Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


11:31 ANZIANI: PARTE CAMPAGNA PER I SOLI E NON AUTOSUFFICIENTI
(ASCA) - Roma, 18 mag - Un milione di scatti per aiutare i ''nonni'' italiani. L'Osservatorio della Terza eta', Ageing society, il 29 maggio prossimo lancia ''Mille piazze per gli anziani', la prima, grande campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi a favore degli anziani, in collaborazione con Donneuropee Federcasalinghe, in altrettanti centri della penisola. Nelle piazze in cambio di un'offerta, saranno distribuite 300 mila macchine fotografiche monouso. Il ricavato sara' impiegato dall'Osservatorio per acquistare un monte ore lavoro da imprese di pulizia, che provvederanno ad aiutare i nonni soli o non autosufficienti. Alla manifestazione l'Osservatorio ha collegato anche una mostra fotografica, che avra' per oggetto il mondo della terza eta' e la Famiglia. ''Mille piazze per gli anziani - ha spiegato il segretario generale dell'Osservatorio, Roberto Messina - nasce per far conoscere il pianeta over 65 anni, ricordare le enormi problematiche di cui e' gravato e raccogliere risorse per aiutare i piu' bisognosi. Con un piccolo contributo, il 29 maggio, in ognuna delle mille piazze italiane dove saremo presenti, si potra' donare un sorriso a tante persone. In una societa' come quella italiana che invecchia a ritmi piu' sostenuti degli altri paesi occidentali, la terza eta' deve diventare un tema di discussione prioritario, ma anche di azione, altrimenti amplieremo le sacche di emarginazione. Non tutte le famiglie hanno la fortuna di poter contare su un ''nonno Libero'', cosi' come rappresentato dalla fiction televisiva''. Lo spaccato quotidiano, invece, offre una ben diversa situazione, come conferma Federica Rossi Gasparrini, di Donneuropee-Ferdercasalinghe: ''Oltre a milioni di casi di solitudine e di abbandono, nella stragrande maggioranza dei casi i vecchi gravano esclusivamente sulle casalinghe, che non sempre riescono a dar loro, come vorrebbero, le attenzioni e le cure adeguate. Dobbiamo essere piu' solidali''.
I comuni italiani che parteciperanno all'iniziativa segnaleranno all'Ote i casi che necessitano di assistenza domiciliare, a cui Ageing society distribuira' i ''buoni'' per acquistare i necessari servizi da imprese convenzionate. ''Il 29 maggio segna una data importante per la nostra associazione - ha aggiunto Roberto Messina - perche' daremo, ancora una volta, visibilita' concreta alle battaglie che svolgiamo da anni''. Chi con un'offerta prendera' la macchina fotografica potra' partecipare anche alla mostra fotografica scattando immagini ispirate al tema della terza eta' Le migliori dieci foto riceveranno il ''Life Award'' e saranno premiate dalle piu' alte cariche dello Stato. Il 29 maggio - ha concluso Messina- non voltiamogli le spalle.



FARMACI: OSSERVATORIO TERZA ETA', A MARZO 4,5 MLN RICETTE IN PIU'
(ASCA) - Roma, 25 mag - ''E' possibile che in una nazione come l'Italia, vi siano 4,5 mln di malati in piu', in un determinato periodo di tempo, e nessuno se ne accorga?''. A chiederselo e' l'Osservatorio della terza eta', Ageing society, che analizza il particolare trend avvenuto a marzo scorso, quando in Italia il numero delle ricette e di conseguenza le prescrizioni di farmaci hanno subito un'impennata dell'11,6%, ''senza un apparente motivo''. ''Noi crediamo, invece - afferma Roberto Messina, segretario generale dell'Osservatorio della terza eta' (Ote) - che bisogna andare a fondo del problema e capire la genesi dell'accaduto che, per certi versi, ha dell'incredibile e non trova giustificazione''. A marzo 2003 le ricette furono 38 mln e 616 mila, mentre nello stesso mese di quest'anno i medici hanno firmato 43 mln e 106 mila prescrizioni, cioe' qualcosa come 4,5 mln in piu'.
La corsa alle farmacie e' stata generalizzata in tutta Italia, tranne in alcuni casi. Fatta eccezione della Sardegna, dove addirittura c'e' stato un calo di ricette dello 0,3% (marzo 2004 su marzo 2003) e del Molise con un incremento solo dello 0,8%, il popolo dei bisognosi di cure e' cresciuto un po' ovunque in maniera uniforme. Le punte massime si registrano in Puglia con 458 mila prescrizioni in piu' (17,2%) su una popolazione di 4 mln di persone e nelle Marche, +14,9% su poco meno di 1 milione e mezzo di abitanti.
res-rus/cam/sl
251209 MAG 04
NNNN
print