Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


KBXR
ZCZC0285/SXB
WIN20248
R CRO S0B QBXB
ANZIANI: OTE, NEL 2010 PICCO MALATI CRONICI E DISABILI
(ANSA) - ROMA, 8 FEB - Si vive fino a cent'anni, ma aumentano anche le patologie: cosi', nel 2010 si registrera' un picco nel numero di malati cronici (+20%) e disabili (+2%). E' lo scenario dei prossimi decenni prospettato dall'Osservatorio della terza eta' (Ote), che condivide l'allarme dello Spi-Cgil sulle gravi carenze nel campo delle politiche sociali e assistenziali verso gli anziani. Nel 2010 infatti, secondo l'Ote, nel nostro Paese il numero degli over-60 afflitto da malattie croniche salira' a 12 milioni, cui devono essere aggiunti altri 3 milioni di italiani appartenenti alla fascia terza eta' disabili (circa il 4% in piu' all'anno). Inoltre, la longevita' di massa mettera' a dura prova le casse pubbliche, non solo per l'aumento della spesa pensionistica, ma anche per la crescita delle risorse da destinare alla cura degli anziani. E la fotografia scattata dall'Onu al nostro Paese rileva che siamo leader nel mondo per numero di over-60 (il 24,5% dei residenti), mentre nel 2050 questa fascia rappresentera' il 37% della popolazione complessiva. Nei prossimi 20 anni, gli ultraottantenni supereranno i 4,5 milioni (2,4 milioni il numero attuale), crescendo al ritmo di 110 mila ogni anno. Di pari passo, prosegue l'Ote, si porra' il problema dei casi delle malattie croniche e della demenza senile che riguarderanno il 60% della popolazione anziana complessiva: solo per queste emergenze e' stato stimato un fabbisogno economico di 17 mld di euro, mentre le risorse nazionali disponibili per curare e assistere almeno 8 milioni di italiani affetti da questi problemi sono solo un terzo. ''Da tempo - ha affermato il segretario generale dell'Osservatorio della terza eta', Roberto Messina - andiamo ripetendo che l'invecchiamento della popolazione e' il fenomeno piu' rilevante e potenzialmente piu' destabilizzante della storia moderna. In pochi decenni si passera' da una societa' di tipo piramidale, in cui si ha una larga base di soggetti in eta' lavorativa ed un vertice con pochi fortunati longevi, ad una piramide rovesciata il cui vertice sara' rappresentato da una larga fascia di soggetti over-60 ed una piccola base con poche persone in eta' lavorativa. Per questo - avverte Messina- siamo obbligati a progettare nuovi modelli sociali''. Da qui l'auspicio dell'Ote che ''molte altre autorevoli voci, come la Spi-cgil e il Tribunale dei diritti del malato, denuncino il problema per aumentare l'attenzione della societa' su questo importante fenomeno''.
(ANSA). CR 08-FEB-05 15:21 NNNN



ZCZC0491/SXB
R CRO S0B S04 R46 INT QBXB
FARMACI: OSS. TERZA ETA', AD ANZIANI NON SERVONO CONSIGLI 'SIRCHIA PREVEDA PIUTTOSTO PIU' CURE E ASSISTENZA'
(ANSA) - ROMA, 15 FEB - Al ministro Sirchia ''ci permettiamo di dare un suggerimento: per gli anziani preveda piu' cure e assistenza, visto che i farmaci passati dallo Stato diminuiscono anno dopo anno, e dispensi qualche consiglio in meno''. L'Osservatorio della Terza Eta' (Ote) punta l'indice sul richiamo del ministro della Salute agli anziani a non consumare medicine senza prescrizione. Il segretario dell'Ote, Roberto Messina, ha infatti sottolineato che ''i piu' scrupolosi nell'osservare le regole di somministrazione, prescritte dai medici, sono proprio i 'nonni', che per conformazione mentale non sono inclini ai colpi di testa e a mettere in gioco la loro salute''. ''Se poi ■ ha aggiunto Messina ■ il ministro vuole in questo modo arginare la spesa farmaceutica, allora ricordo che l'anno scorso, per curarsi, le famiglie hanno dovuto pagare in piu', di tasca propria, 1 miliardo di euro di cure, per sopperire ai tagli fatti dallo Stato''.
(ANSA). CR 15-FEB-05 19:09 NNNN



KBXR
ZCZC0154/SXB
WTL60114
R CRO S0B QBXB
ANZIANI: OSSERVATORIO CHIEDE UN MINISTERO PER TERZA ETA'
IN DIECIMILA PER APPROVARE UN ''CONTRATTO'' IN 10 PUNTI

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Un ministero per le Politiche della terza eta'. E' questa una delle richieste contenute nel ''Contratto con gli anziani'', da sottoporre al governo, presentato oggi al Palalottomatica a Roma in occasione della convention organizzata dall'Osservatorio della terza eta' (Ote), cui partecipano piu' di 10 mila anziani provenienti da tutta Italia.
''Agli anziani devono essere destinate maggiori risorse, specialmente in campo sanitario - ha detto Andrea Monorchio, presidente del Dipartimento economico Ote -. E' necessario che siano avviate in Parlamento iniziative adeguate alla loro tutela, come ad esempio l'istituzione di un ministero per le Politiche della terza eta', o in alternativa di un dipartimento specifico all'interno della Presidenza del Consiglio''.
Oltre ad un apposito ministero, il ''Contratto'' chiede anche l'istituzione di un fondo per i non autosufficienti di 1,5 miliardi di euro, di un parlamentino per gli anziani che si riunisca una volta l'anno, l'inserimento di un loro rappresentante nel consiglio di amministrazione dell'agenzia per il farmaco e l'esenzione dai diritti Siae per tutti i centri anziani. ''La nostra piattaforma programmatica - ha aggiunto Roberto Messina, segretario generale Ote - prevede anche il potenziamento delle risorse finanziarie per i programmi di prevenzione, la destinazione del 30% dei fondi ministeriali e regionali per il volontariato, l'istituzione di un voucher, pari all'importo previsto dal Ssn, per le prestazioni specialistiche che non si riescono ad avere a causa delle liste di attesa, percorsi formativi riconosciuti per le badanti e la rimborsabilita' delle medicazioni per le ulcere''. Non dare ascolto alla voce degli anziani, ha concluso Messina, ''significa non tener conto di 12 milioni di persone, pari al 30% della popolazione votante. Per questo chiediamo ai leader della Casa delle Liberta' e del centrosinistra di prendere impegni precisi nei loro programmi di governo''.
(ANSA). YN8-DZ/IMP 26-FEB-05 11:12 NNNN



KBXP
ZCZC0199/SXA
YMI13563
R POL S0A S41 QBXL
ANZIANI: PRODI, MOLTIPLICARE RISORSE PER SSN
(ANSA) - ROMA, 26 FEB - ''Rafforzare e moltiplicare le risorse del Servizio Sanitario Nazionale, perche' il problema della salute e' fondamentale per la crescita del Paese''. E' questo uno dei punti affrontati da Romano Prodi, candidato dell' Unione, nel corso del suo intervento video alla convention dell' Osservatorio della Terza Eta'.
''Stiamo lavorando alla Fabbrica del programma per preparare i mezzi per il futuro governo del Paese - ha detto - e cio' significa anche preparare la politica per gli anziani, nostra grande risorsa. Ma per far questo e riprendere il cammino, bisogna crescere piu' in fretta, gettando innovazione, altrimenti e' inutile parlare di fondi di solidarieta' e per l' autosufficienza. Per questo vi chiedo una mano per ringiovanire il Paese''.
(ANSA). YN8-MN/GT 26-FEB-05 13:57 NNNN



KBXR
ZCZC0309/SXB
@IN56728
R CRO S0B S04 QBXI
ANZIANI: SESTINI, FARE ALBI PER BADANTI IN COMUNI E ASL
BATTAGLIA,CREARE OSSERVATORI REGIONALI SU 3 ETA'

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Albi per le badanti, che abbiano ottenuto attestato di formazione professionale, presso le asl dei comuni e interventi per le politiche sociali sugli anziani con i fondi risparmiati dalla riforma previdenziale. Sono questi alcuni degli progetti che sta sviluppando il ministero del Welfare, come ha spiegato il sottosegretario Grazia Sestini alla convention dell'Osservatorio della terza eta' (Ote), dove e' stato presentato il Contratto con gli anziani.
''Condividiamo alcuni punti di questo documento - ha detto Sestini - come quello per le badanti. Servono infatti degli albi dove siano registrate le persone che abbiano conseguito una formazione professionale e in questa direzione si sta muovendo il ministero. Altri punti su cui si sta attivando il ministro Maroni sono quello dell'uso dei fondi risparmiati con la riforma previdenziale per interventi sociali sugli anziani, e il reintegro di un miliardo di euro per le politiche sociali degli enti locali. C'e' un altro problema che va affrontato - conclude Sestini - ed e' quello dei patentini per i ciclomotori, obbligatori dal prossimo 1 luglio, che pero' molti anziani faranno fatica a superare. Per questo stiamo lavorando con il ministro dei Trasporti Lunardi con cui contiamo nei prossimi mesi di trovare una soluzione''.
Augusto Battaglia, capogruppo Ds alla commissione Affari sociali della Camera, ha invece rimarcato l'attenzione sulla mancanza del fondo per la non autosufficienza, ''di cui avrebbero potuto beneficiare 1,5 milioni di famiglie italiane'' e proposto di costituire osservatori per la terza eta' in ogni regione.
Quanto all'attivita' di formazione per gli anziani, sono stati presentati i dati del ministero dell'Istruzione, tramite una lettera del ministro Letizia Moratti. ''Nell'anno scolastico 2004-2005 - si legge - sono state attivate 1290 sedi per l'educazione degli adulti, di cui 538 in centri territoriali permanenti e 752 in scuole serali, per un'utenza complessiva di quasi 500mila persone, di cui 100mila di eta' superiore a 40 anni e circa il 2% rappresentato da over 65enni. E' inoltre in fase di sviluppo un'attivita' finalizzata a favorire la collaborazione con le associazioni e le universita' popolari e della terza eta'. In merito alle risorse finanziarie - ha concluso Moratti - per il 2005 sono stati destinati circa 15 milioni di euro alla valorizzazione degli interventi dei centri territoriali permanenti e dei corsi serali''.
(ANSA). YN8-MN 26-FEB-05 15:45 NNNN



KBXR
ZCZC0317/SXB
@IN57651
R CRO S0B S41 S91 QBXB
PAPA: DA ANZIANI OTE AUGURI DI PRONTA GUARIGIONE
(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Il primo pensiero degli oltre diecimila anziani, provenienti da tutta Italia per la convention dell'Osservatorio della Terza eta' (Ote) al Palalottomatica, e' stato dedicato al Pontefice, anziano come loro.
''Forza e auguri di pronta guarigione al Santo Padre - hanno gridato in coro i presenti - anziano come noi, che e' l'unico che ci difende''.
Molti hanno infatti lamentato il disinteresse delle loro regioni nell'assistenza e i servizi per gli anziani. ''Oggi abbiamo sentito parlare di alcune regioni che si preoccupano per noi - dice Candida, 69 anni, di Ivrea - ma in molte altre, come la mia, cio' non avviene. La nostra piu' grande preoccupazione e' quindi per la sanita' e l'assistenza''.
Meno politica e promesse elettorali invece, chiede Romeo, 75 anni di Roma, ''perche' non vogliamo che i vari schieramenti politici si approfittino di noi solo quando gli serve. Le uniche cose che ci fanno bene sono igiene, corretta alimentazione e movimento''.
(ANSA). YN8 26-FEB-05 16:03 NNNN



KBXR
ZCZC0382/SXB
@IN62138
R CRO S0B QBXB
ANZIANI: L' OSSERVATORIO PRESENTA IL LORO CONTRATTO /ANSA
(ANSA) - ROMA, 26 FEB - E' scandito in dieci punti il Contratto con gli italiani, presentato oggi dall'Osservatorio della terza eta' (Ote) e dai suoi diecimila delegati provenienti da tutta Italia, agli esponenti di maggioranza ed esposizione.
Un ministero per le politiche della Terza eta', un fondo per la non autosufficienza di 1,5 miliardi di euro e un parlamentino per gli anziani sono alcune delle principali richieste contenute nel documento, cui diversi politici hanno espresso il loro apprezzamento. ''Siamo alla vigilia di due importanti consultazioni elettorali ha detto Roberto Messina, segretario dell'Ote - e prima di andare a votare vogliamo confrontarci con chi si candida alla guida del paese e delle regioni per sottoporgli richieste e suggerimenti. Nei prossimi giorni consegneremo ai due schieramenti il Contratto per farlo inserire nei loro programmi e prima di andare a votare terremo presente la sensibilita' di quanti lo hanno adottato''.
Oltre ad un apposito ministero, o in alternativa un dipartimento presso la Presidenza del Consiglio, nel documento l'Ote chiede: l'istituzione di un fondo per i non autosufficienti di 1,5 miliardi di euro, di un parlamentino per gli anziani che si riunisca una volta l'anno, l'inserimento di un loro rappresentante nel consiglio di amministrazione dell'Agenzia per il farmaco, l'esenzione dai diritti Siae per tutti i centri anziani, il potenziamento delle risorse per i programmi di prevenzione, la destinazione del 30% dei fondi ministeriali e regionali per il volontariato, l'istituzione di un voucher per le prestazioni specialistiche che non si riescono ad avere a causa delle liste di attesa, percorsi formativi riconosciuti per le badanti e la rimborsabilita' delle medicazioni per le ulcere cutanee.
''Non dare ascolto alla voce degli anziani - ha concluso Messina - vorrebbe dire non tener conto di piu'di 12 milioni di persone, pari al 30% della popolazione votante''. Positivi i giudizi degli esponenti politici intervenuti alla convention, tra cui Walter Veltroni, Francesco Storace e Romano Prodi. ''Gli anziani sono la grande risorsa del Paese - ha detto il leader dell'Unione in un messaggio video - ma dobbiamo crescere piu' in fretta, altrimenti e' inutile pensare ai fondi per la solidarieta' e l'autosufficienza. Oltre a garantire i mezzi finanziari per cio' che chiedete, dobbiamo anche rafforzare e moltiplicare le risorse per il Ssn''. Tra le altre proposte fatte nel corso della tavola rotonda, l'istituzione di albi per le badanti presso le asl dei comuni da parte del sottosegretario al Welfare, Grazie Sestini, e la creazione di osservatori regionali per la terza eta' di Augusto Battaglia (Ds) della commissione Affari sociali.
(ANSA). YN8 26-FEB-05 17:15 NNNN
print