Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


ZCZC0214/SXA
WTL40178
R CRO S0A S41 QBXL
PAPA:MARRAZZO,NOSTRA MISSIONE E' ESSERE A SERVIZIO CITTADINI: PRESIDENTE REGIONE, SOSTEGNO A FAMIGLIA NON E' IN DISCUSSIONE

(ANSA) - ROMA, 12 gen - ''Dovremmo interpretare la nostra attivita' come una vera e propria missione, mettendoci completamente al servizio dei cittadini per costruire nella nostra regione una comunita' unita e solidale''. A sottolinearlo e' stato il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo nel suo intervento durante l'udienza con la quale Papa Benedetto XVI ha ricevuto stamane in Vaticano i rappresentanti delle amministrazioni di Comune, Provincia e Regione. Marrazzo ha citato ad esempio, sulla via dello spirito di questa missione, quel ''sentimento di umilta''' con cui Benedetto XVI si e' presentato al mondo come successore di Giovanni Paolo II. ''Ed anche nel primo giorno dell'anno -ha ricordato Marrazzo- dal Pontefice e' arrivato un richiamo alla promozione dei valori della giustizia, della solidarieta' e della pace''. Per l'amministrazione regionale questo vuol dire, in primo luogo, occuparsi dei piu' deboli: bambini, anziani e malati.
''E' per questo motivo - ha sottolineato Marrazzo - che, da subito, ho indicato la sanita' come la piu' importante delle priorita' da affrontare''. Marrazzo, a questo proposito, e' tornato a ringraziare la Chiesa ''per il sostegno concreto che da' a tutte le persone che nella Regione soffrono e hanno bisogno di aiuto''. Il presidente della Regione ha ribadito l'impegno della sua amministrazione sul fronte del diritto alla casa, dell'occupazione, della riqualificazione delle periferie e dei centri urbani. ''E comunque al di la' dell'aiuto per chi ha bisogno - ha osservato - il sostegno della Regione Lazio alla famiglia, come istituzione e sede di valori, non e' e non puo' essere messo in discussione''.

(ANSA). RO/IMP 12-GEN-06 13:23 NNNN



WTL40183
R CRO S0A S41 QBXL
PAPA:GASBARRA;SOLIDARIETA'COME SISTEMA,ATTENZIONE A FAMIGLIA

(ANSA) - ROMA, 12 gen - Impegnarsi tutti affinche' ''la solidarieta' diventi sistema''. E' la strada che ispira l'attivita' della Provincia di Roma. A spiegarlo e' stato il presidente dell'amministrazione provinciale di Roma, Enrico Gasbarra, nel suo intervento durante l'udienza in Vaticano nella quale Papa Benedetto XVI ha ricevuto gli amministratori locali di Comune, Provincia e Regione. Gasbarra ha sottolineato ''l'importanza del richiamo alla pace, fondato sulla giustizia'', arrivato dall'attuale pontefice, come dal suo predecessore, Giovanni Paolo II. E' proprio per questo che l'attivita' della Provincia si e' sforzata di seguire la via dell'attenzione ai piu' deboli, varando anche nel 2006 un bilancio ''dell'efficienza solidale'': il 46% delle finanze sono state destinate al sociale coinvolgendo tutte le realta' impegnate su questo fronte, pubbliche, private, volontariato, parrocchie.
''Abbiamo voluto rafforzare - ha sottolineato Gasbarra - le scelte gia' avviate nel 2003 verso una maggiore equita' sociale, verso l'attenzione alla famiglia che il cardinale Camillo Ruini ha voluto opportunamente al centro della missione della Diocesi romana''. Il presidente Gasbarra ha ricordato alcune misure gia' adottate: il servizio di trasporto gratuito per i diversamente abili; il sostegno alle famiglie piu' bisognose, agli anziani ed ai bambini; la formazione professionale per dodici mila ragazzi all'anno e l'istruzione per i 156.000 adolescenti delle scuole. Il presidente della Provincia ha citato come esempi, sulla via dell'attenzione ai piu' deboli, ''pionieri della solidarieta' come Don Guanella, Don Bosco, Don Orione e Madre Teresa di Calcutta, ancora cosi' presenti nel nostro territorio''.

(ANSA). RO/DMR 12-GEN-06 13:28 NNNN
print