Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


FARMACI DAL 1995 INCREMENTO SPESA SSN DEL 133%
arefarma.it - 9 Maggio 2003
09 Maggio 2003 - 16:19 (ANSA) - ROMA, 9 MAG - Dal 1995 ad oggi si e' verificato un aumento del 63% dell'intera spesa sanitaria, ma la voce di spesa che ha fatto registrare l'incremento piu' consistente, passando da 5,1 a quasi 12 miliardi, e' la spesa farmaceutica. Ad affermarlo sono i dati di una indagine del dipartimento economico dell'Osservatorio della terza eta', Ageing Society presieduta da Andrea Monorchio. Secondo lo studio i costi della spesa sanitaria italiana, nonostante sia attualmente al di sotto della media europea (il 6,3% del Pil, contro il 7,4% europeo), dal 1995 sono cresciuti del 38% a prezzi costanti, cioe' oltre il 5% al netto dell'inflazione, quasi 31 miliardi di euro in valore assoluto. Sempre secondo l'indagine il Servizio Sanitario Nazionale (Ssn) spende per ogni italiano 1370 euro all'anno, contro gli 840 di sette anni fa, e l'incidenza della sanita' nella spesa corrente destinata all'amministrazione pubblica e' passata dall'11% del 1995 al 14,3% di oggi. L'incremento maggiore si e' registrato per la spesa dei farmaci, con un aumento del 133%, dovuto, secondo gli elaboratori dello studio all'aumento della popolazione anziana, alla crescita fisiologica dei consumi pro capite, all'abolizione dei ticket e il progressivo aumento dei prezzi interni alla media europea. Altri settori in cui si e' registrato un aumento della spesa sono, secondo l'indagine, quello dei consumi intermedi (+58%) e quello per la medicina generale e specialistica convenzionata (+51%). Ultimo dato riportato dallo studio e' quello riguardante il costo e l'organizzazione delle strutture ospedaliere. Una giornata di degenza grava sulle casse statali per circa 600 euro pro capite, facendo attestare la spesa per l'assistenza ospedaliera pubblica vicina ai 32 miliardi per il 2002 (+27% a prezzi costanti rispetto ai 21 miliardi del 1995). (ANSA).
print