Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


Al via condono per i redditi 2002
Ok della Camera a primo maxiemendamento
Tgfin.it - 15 Dicembre 2003
L'estensione delle sanatorie ai redditi 2002 Ŕ la principale novitÓ introdotta dal primo maxiemendamento del Governo alla Finanziaria approvato dalla Camera. Tutti i condoni, compreso quello tombale, previsti dalla legge precedente, vengono cosý estesi ai redditi dello scorso anno. Il termine per i versamenti Ŕ il 16 marzo. L'altra novitÓ riguarda l'aumento del prezzo delle sigarette: 20 cent a paccheeto. Salgono anche le tasse sugli alcolici.
L'aula della camera ha dato il suo via libera alla fiducia sul primo dei tre maxiemendamenti alla Finanziaria presentati dal Governo. Dal condono, '8 per mille, tassa sul volo, ecco le principali novitÓ:

CONDONO FISCALE: Tutte le sanatorie fiscali previste nella scorsa finanziaria vengono prorogate all'anno d'imposta 2002 e i relativi versamenti dovranno essere effettuati entro il 16 marzo del 2004. Il provvedimento non riguarda solo il cosiddetto condono "tombale" ma anche il concordato per gli anni pregressi, la dichiarazione integrativa semplice, la definizione dei versamenti omessi o ritardati, la definizione agevolata delle imposte dirette, la definizione dei carichi di ruolo pregressi, la regolarizzazione delle scritture contabili, la definizione delle liti fiscali potenziali e la chiusura delle liti fiscali pendenti.

CONCORDATO PREVENTIVO: Resta l'obbligo di emettere la fattura fiscale per gli esercenti che decidono di aderire al concordato preventivo. Il Governo ha deciso di modificare il testo licenziato dalla commissione Bilancio che, appunto, aveva esteso l'abolizione dello scontrino e della ricevuta fiscale anche alla fattura. Per il resto, rimangono ferme le norme sul concordato. E viene confermata anche la sospensione della licenza per i contribuenti che, non avvalendosi del concordato, siano colti a non rilasciare scontrino o ricevuta per tre volte in cinque anni.

8 PER MILLE: Parte dei fondi derivanti dall'8 per mille (la destinazione che ogni contribuente puo' fare in sede di dichiarazione dei redditi) in particolare 80 milioni all'anno per tre anni, saranno stanziati per fini diversi da quelli sociali previsti dal contributo. Gli 80 milioni saranno utilizzati per il pacchetto "sicurezza".

CREDITI IMPOSTA: Arriva uno stop alla prescrizione dei crediti d'imposta Irpef e Irpeg. Viene eliminata, cioŔ, la prescrizione decennale del rimborso per tutti quei contribuenti che, fino al 30 giugno '97, hanno pagato piu' imposte del dovuto.

SGRAVI CASA: aumenta il tetto di spesa su cui ottenere gli sgravi sulle ristrutturazioni edilizie. Lo sconto sull'Irpef rimane confermato nella versione del Senato, che lo aveva giÓ alzato dal 36 al 41%, ma il tetto massimo di spesa sale a 60.000 euro rispetto ai 48.000 fissati dal Senato.

TRANSAZIONI IMMOBILIARI: arriva una "stretta" sulle compravendite. In pratica, chi aderira' alle nuove regole paghera' di piu' nel caso di acquisto di un immobile mettendosi per˛ al riparo da accertamenti fiscali e dal rischio di rescissione. Viene in pratica modificato l'articolo 52 del testo unico sull'imposta di registro rivalutando il 'moltiplicatore' previsto in caso di transazione del 10%. Previsto un gettito di 140 mln di euro.

TASSA VOLO: introdotta un'addizionale comunale da 1 euro per ogni passeggero che si imbarca sui voli nazionali. La commissione ha modificato il contenuto del provvedimento rispetto al testo approvato al Senato. La tassa riguarda solo il 2004, le risorse vengono convogliate in un fondo del ministero dell'Interno, scompare il contributo di 1 centesimo per ogni chilo di merce. La destinazione del gettito, invece, viene ripartita per il 20% ai Comuni con sedi di aeroporti e per l'80% alla sicurezza negli aeroporti e nelle principali stazioni ferroviarie.

CANONI DEMANIALI: Viene "congelato" l'aumento dei canoni demaniali marittimi. La norma non si applicherÓ fino al 30 giugno in attesa di un decreto del ministero dell'Economia e delle Infrastrutture.

FONDAZIONI: Norme pi¨ severe per le incompatibilitÓ nelle cariche delle Fondazioni. Si torna infatti al testo licenziato dal Senato successivamente "ammorbidito" dalla Camera.

BLOCCO ADDIZIONALI ENTI LOCALI: le addizionali Irpef comunali e regionali e le maggiorazioni Irap regionali vengono bloccate fino al 31 dicembre 2004. Per l'alta commissione di studio sul federalismo fiscale e' stato fissato il termine dei lavori al 30 settembre 2004 dal precedente 31 marzo 2003. Se entro il 30 settembre 2004 non dovesse essere presentata la relazione sul federalismo, la Commissione sara' sciolta.

FARMACI: Iva agevolata sui farmaci necessari a curare le piaghe da decubito e le ulcere cutanee. L'imposta sul valore aggiunto passa da 10 al 4% producendo una perdita di gettito pari a 33 mln di euro (11 mln per ciascuno degli anni 2004, 2005 e 2006). Nella relazione tecnica che accompagna i maxiemendamenti viene citata una specifica indagine condotta da "The Ageing Society' in cui risulta che ogni anno per la cura di queste piaghe vengono spesi in media 900 mln di euro.

SIGARETTE: L'aumento delle accise sui tabacchi portera' ad un aumento di 20 centesimi per ciascun pacchetto di sigarette. Il gettito atteso e' di 650 milioni di euro da destinare alla sicurezza.

ALCOOL: Scende dalle 774,44 euro fissate al Senato a 730,87 euro l'accisa sull'alcool etilico, comunque piu' alta rispetto a quella attualmente in vigore, pari a 645,365 euro.

BIRRA: sarÓ pi¨ cara con l'incremento dell'accisa da 1,40 a 1,59 euro.
print