Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


Rc auto: risarcimenti, penalizzati gli anziani
Brevemente
Intrage.it - 04 Febbraio 2004
a cura di Intrage
Nel risarcimento delle compagnie assicurative per i danni fisici conseguenti ad incidenti stradali, le persone anziane ricevono indennizzi inferiori del 25-30% rispetto a quelli previsti per i più giovani. È quanto risulta dallo studio condotto dal Dipartimento economico dell'Osservatorio della Terza Età, Ageing Society, sui risarcimenti del danno biologico, cioè del danno arrecato alla persona indipendentemente dalla sua capacità di produrre reddito. Dalla ricerca si evince che i rimborsi delle assicurazioni sono quasi sempre commisurati al solo "danno evento", cioè alla gravità della menomazione fisica o psichica provocata. Importanza del tutto marginale viene attribuita, invece, al "danno conseguenza", cioè all'impatto che il danno esercita sulle condizioni generali di vita della persona. Proprio questo fattore, infatti, va a penalizzare soprattutto gli anziani, considerando che non si tiene conto degli effetti decisamente negativi che il danno produce sullo stato di benessere. La somma elargita varia in funzione diretta della gravità delle lesioni e in funzione inversa dell'età del danneggiato, prescindendo dal fatto che questo, se anziano, vede peggiorare drasticamente la propria qualità della vita. Altra disparità emersa dallo studio è quella territoriale: mettendo a confronto le sentenze emesse dai giudici dei vari tribunali sui risarcimenti alle persone a seguito di incidenti automobilistici risulta che il danno fisico di un settentrionale vale dal 20 al 30% in più di quello di una persona residente nel Mezzogiorno. Se, ad esempio, il tribunale di Milano per un invalidità del 30-50% assegna ad un individuo di 40 anni un risarcimento di oltre 134 mila euro, il tribunale di Lecce ne concede poco più di 98 mila, vale a dire il 27% in meno.
print