Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


SanitÓ, Sirchia: polizze private sý, se il pubblico risparmia
TelePA.it - 19 Febbraio 2004
Potrebbe essere una nuova bomba che scuole il mondo politico pronto alla campagna elettorale. "Si' alle polizze assicurative sanitarie private o a fondi integrativi, ma vanno cercate soluzioni perche' il Servizio sanitario nazionale ottenga dei risparmi da riversare, eventualmente, in ulteriori servizi ai cittadini". Lo ha detto il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, commentando lo studio dell'Osservatorio permanente della terza eta', Ageing Society, che ha denunciato un costo di oltre 40 miliardi di euro in 10 anni per le casse del Ssn legate a prestazioni sanitarie per pazienti assicurati con polizze private, di cui usufruiscono 8,7 milioni di italiani. Potrebbe essere dunque questo il primo passo verso la privatizzazione del srvizio sanitario? ''Avevamo gia' ipotizzato - ha detto Sirchia a margine del convegno di Forza Italia sull'informazione scientifica del farmaco, oggi a Roma - per coloro che hanno una polizza assicurativa per la salute, pacchetti forfettizzati, offerti nelle strutture private o nella libera professione nelle strutture pubbliche, che liberassero le Regioni dalla necessita' di aggiungere risorse. Sembrava un modo per espandere le polizze e ridurre le spese a carico della finanza pubblica''. Sull'ipotesi invece, fatta dall'Osservatorio della terza eta' di una eventuale tassa sulle polizze salute come per la Rc auto, Sirchia non si e' pronunciato. ''Non e' compito mio e non posso commentare una cosa che va a toccare i bilanci dello Stato''. D'altra parte ''e' sicuramente una idea affascinante - ha concluso il ministro - quella di potenziare questo tipo di scelta dei cittadini e al contempo sollevare il Ssn da una spesa, liberando risorse da poter destinare a ulteriori servizi per il cittadino''.
print