Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


SANITA': TOMASSINI (FI), NUOVO ENTE CONTRATTI PREZZI PRESTAZIONI
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - ''Il problema fondamentale è che i Drg sono diventati vere e proprie 'tariffe' e non un metro di contrattazione affinché domanda e offerta di prestazioni si incontrino''. E' questa, secondo il presidente della Commissione Igiene e sanità del Senato, Antonio Tomassini (Fi), la causa delle notevoli differenze di 'rimborsi di prestazione' tra le Regioni, denunciate dall'Osservatorio per la terza età. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute)



SANITA': BATTAGLIA (DS), INGIUSTIFICATE VARIAZIONI REGIONALI TARIFFE
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - ''Non mi spiego le discrepanze tra le Regioni: i Drg sono fissati a livello nazionale e le prestazioni dovrebbero avere lo stesso costo dappertutto''. Così Augusto Battaglia (Ds), della Commissione Affari sociali della Camera, commenta le notevoli differenze regionali nei Drg, cioé nei rimborsi che gli ospedali richiedono all'Ssn per le prestazioni fornite ai pazienti, evidenziate da una ricerca dell'Osservatorio sulla terza età. Differenze giustificabili, per Battaglia, ''solo se si tratta di prestazioni in qualche modo differenziate a seconda di dove vengono erogate: è probabile che in una Regione lo stesso trattamento preveda prestazioni aggiuntive rispetto a un'altra''. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute)



SANITA': BISSONI, DRG NON SERVONO PIU' A CONTROLLARE SPESA
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - I Drg, il sistema di rimborso delle prestazioni ospedaliere, ''con il tempo hanno perso la loro iniziale funzione di strumento per tenere sotto controllo la spesa sanitaria. E oggi, da soli, non riescono sempre a rappresentare i costi reali dell'assistenza ospedaliera ai cittadini''. Giovanni Bissoni, assessore alla Sanità dell'Emilia Romagna, commenta cosi' lo studio dell'Osservatorio per la terza età. E infatti, afferma, ''all'interno della Conferenza Stato-Regioni si sta cercando di ricondurre questi strumenti alla loro originaria funzione. Ma si tratta di un lavoro lungo''. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute)



SANITA': BOLOGNESI (DS), PATTO STATO-REGIONI PER COPRIRE 'BUCHI NERI'
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - ''Perché non si riesce a fare un patto con la Conferenza Stato-Regioni affinché vengano fatti maggiori investimenti, necessari per coprire i 'buchi neri' della sanità italiana, come la non-autosufficienza o l'assistenza all'anziano?''. A chiederselo è Marida Bolognesi (Ds), della Commissione Affari sociali della Camera, commentando le differenze di Drg tra Regioni, evidenziate da uno studio dell'Osservatorio per la terza età. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute)



SANITA': LISI (AN), MINISTERO AVVII INDAGINE SU SPESE REGIONI E ASL
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - Il ministero della Salute ''dovrebbe assolutamente rimediare alle differenze fra regioni nei rimborsi alle prestazioni ospedaliere, spesso ingiustificate nel caso di prestazioni assolutamente identiche". Lo afferma Ugo Lisi (An), della commissione Affari sociali della Camera, commentando i dati emersi da una ricerca dell'Osservatorio della terza età: interventi identici, ma costi diversi per il Ssn a seconda della regione in cui vengono eseguiti. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute



SANITA': MASSIDDA (FI), DISPARITA' TARIFFE INAMMISSIBILI PER SSN
Roma, 3 mag. (Adnkronos Salute) - Le differenze di costi tra Regioni per le stesse prestazioni ospedaliere ''sono inammissibili perché molto nette. E rappresentano un problema delicatissimo per la sanità regionale e nazionale''. Lo afferma Piergiorgio Massidda, capogruppo di Forza Italia nella Commissione Affari sociali alla Camera, commentando lo studio dell'Osservatorio sulla terza età. ( ... ) (Com-Mad/Adnkronos Salute)



Farmaci: ote, si' a proposta storace ma farmacie comunali applichino sconti
19/05/2005 15:48
Roma, 19 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "Obbligare le farmacie comunali ad applicare gli sconti previsti per i farmaci di fascia C, per evitare che si formino 'cartelli' di rivenditori". La proposta arriva dall'Osservatorio della Terza Età, che si dice in linea con la volontà del ministro della Salute, Francesco Storace, di permettere alle farmacie di scontare fino ad un massimo del 20% le medicine acquistate dai contribuenti, ricordando come l'anno scorso, gli italiani, per lo più anziani con pensioni al minimo, hanno acquistato circa 618 milioni di confezioni di medicine, sborsando circa 5,5 miliardi di euro di tasca propria.
print