Cerca  Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
Ricerca avanzata


Cresce la spesa sanitaria, ma le cure sono pagate dagli italiani
21/04/2005 - 16:05
Messina (Osservatorio Terza EtÓ), "Nel 2004 il Ssn ha speso come nel 1991 (6,4% del Pil), le famiglie, invece, il 40% in piu'".
Gli italiani chiedono pi¨ cure; cresce la spesa complessiva destinata alla sanitÓ, ma mentre lo Stato impegna la stessa percentuale di risorse del 1991, la domanda aggiuntiva la finanziano, invece, i contribuenti di tasca propria, tirando fuori la ragguardevole cifra di 24 mld di euro. A sottolinearlo sono i dati elaborati dall'Osservatorio della Terza EtÓ sul trend che ha interessato il comparto negli ultimi quattordici anni. Il risultato e' che alla 'parsimonia' del Servizio sanitario nazionale - continua l'OTE - fa da contraltare il salasso per le famiglie, e soprattutto per i maggiori "acquirenti" di cure: gli anziani. Per capire cosa e' successo in questo periodo basta considerare il valore assoluto della spesa: raddoppiata nel caso del pubblico, mentre quella privata, cioŔ pagata dai cittadini, si Ŕ moltiplicata per due volte e mezzo. HC 2005 - redattore: NZ



SanitÓ: Movimento per la vita, aiuto per fasce deboli.
22/04/2005 - 11:58
L'Associazione chiede la revisione dei prontuari farmaceutici
Il Movimento per la vita italiano- sez. giovani chiede la creazione di politiche familiari serie che aiutino le fasce pi¨ deboli.
"Lo studio dell'Ote ha fatto emergere - secondo il Movimento - una situazione paradossale: nel 2004 il Sistema Sanitario Nazionale ha speso come nel 1991, le famiglie invece il quaranta per cento in pi¨". "Ad esserne danneggiate sono tutte le famiglie italiane ma in particolar modo i giovani che vogliono mettere al mondo figli - prosegue la nota del Movimento per la vita - perchÚ anche per il mantenimento della prole sono stati registrati aumenti fino al quaranta per cento, che vanno a sommarsi a questi altri: sicuramente questa non Ŕ la soluzione per risolvere il problema preoccupante della denatalitÓ" L'associazione chiede gli aiuti per le fasce pi¨ deboli e vorrebbe anche la revisione dei prontuari farmaceutici, che come ha spiegato l'Osservatorio sulla Terza EtÓ in una recente indagine, ha creato enormi buchi nelle prestazioni costringendo i cittadini e in particolare gli anziani a pagare in proprio. HC 2005 - redattore: CC
print